Video

CALCIO. DALLA SERIE D ALLA PAURA DI RESTARE IN PROMOZIONE, ISCHIA RIPARTE DALL’ECCELLENZA…INIZIA IL TOTO ALLENATORE!

L’Ischia è tornata! Le basi della rinascita sono state gettate già l’anno scorso: la Nuova Ischia, unica realtà del calcio ischitano dopo il fallimento dell’Ischia Isolaverde, rappresentava i colori gialloblu nel campionato di Promozione. Non è andata come si sperava, come un girone d’andata terminato al primo posto aveva lasciato pensare. La Nuova Ischia ha perso prima la testa della classifica,  poi il secondo posto e infine anche i play-off. Ma la dirigenza tutta ischitana composta dal presidente Ivano Balestriere e dai dirigenti GiovanGiuseppe Di Meglio e Gerardo De Rosa ha subito messo da parte l’amarezza per un fallimento di cui ne è responsabile a pari merito squadra ed allenatore. Una piazza come Ischia meritava quantomeno l’Eccellenza. Si è provato a pensare più in grande e quelle rivelazioni di De Rosa che annunciavano un tentativo per portare la serie D sull’isola mandarono in estasi  la piazza. E’ stato probabilmente un azzardo, perchè un paio di settimane dopo si parlava già dell’ennesima delusione. E non ha certo migliorato le cose quella folle trattativa con Scibilia e Battiloro. L’Oplonti Savoia, con quel comunicato killer, ha rischiato di mettere la dirigenza ischitana contro la piazza annunciando una fusione che il regolamento neanche consentiva. Tutto ad un tratto, si è passati dalla serie D al rischio concreto di restare in promozione. Il presidente Luigi Muro, per via della solita scellerata gestione finanziaria ed economica di Crisano, si è ritrovato solo e con le scadenze da onorare. “Vendesi titolo di Eccellenza” e per la dirigenza capitanata da Balestriere è stato un colpo di fortuna. Saputa la notizia, sin da subito il numero 1 ischitano ha preso contatti con il collega Luigi Muro arrivando a proporre un’offerta che ha preso forma dopo qualche telefonata e poi con la mail definitiva. Ma nel frattempo crescevano gli interessi anche in terraferma. Tante voci, tante chiacchiere, alla fine la proposta interessante l’ha fatta l’Afro Napoli. Una proposta che, però, non superava quella ischitana, nonostante i rivali della Nuova Ischia nell’ultimo campionato di Promozione avessero già i fondi a disposizione. Tuttavia, Muro la parola l’aveva data ad Ischia e comunque preferiva favorire un’altra squadra isolana. La serietà di un presidente che ha dato tantissimo alla sua isola nel calcio (e non solo) ha permesso all’Ischia di reperire le risorse necessarie. C’erano anche altre trattative, altre possibilità, ma i tempi erano stretti. Bisognava chiudere con il Procida per arrivare pronti alla scadenza del 22 giugno. E allora, con tanto di barca privata, Di Meglio insieme a De Rosa e la new entry Gaetano Russo (impegnato a cedere il titolo del Florigium, trasferimento ufficiale entro fine settimana) si sono recati sull’isola di Graziella. Dopo qualche difficoltà nel trovare lo studio di Muro (si scherza!), l’incontro ha avuto inizio e, seppur a distanza, anche Balestriere (per impegni lavorativi era in terraferma) ha seguito l’intenso pomeriggio procidano. Alla fine la fumata bianca è arrivata: l’Ischia torna finalmente in Eccellenza. Da oggi si comincia a lavorare sull’aspetto tecnico. Il primo nodo da sciogliere resta l’allenatore. Isidoro Di Meglio non sembra ancora pronto per l’Eccellenza (a dirlo sono i risultati della Promozione e un curriculum non ancora sufficiente) e in ogni caso bisognerà fare scelte razionali e non di cuore. Il DS Gianni Di Meglio ci sarà sicuramente e in realtà si è già mosso in via informale per sondare qualche giocatore isolano. Non  bisogna dimenticare che Gianni Di Meglio, però, è anche un allenatore e perchè non lui sulla panchina di quella che ormai sarà l’Ischia Calcio? Soluzione non impossibile, ma bisognerà fare i conti con la possibilità di scegliere altri allenatori isolani (Billone, Taratà, Iovine sono liberi) o forestieri, oltre alla soluzione Isidoro Di Meglio in realtà non ancora completamente tramontata.  E poi toccherà alla squadra. Ad essere confermati saranno sicuramente quasi tutti i giovani ischitani (che hanno fatto benissimo nell’ultimo campionato) e Luigi Mennella. Gli altri sono tutti in discussione, a cominciare da Gianluca Saurino che potrebbe non essere riconfermato dopo il flop dell’anno scorso. Può comunque succedere di tutto, siamo ancora agli albori di quella che sarà una nuova era al di là degli uomini che saranno scelti. L’Ischia Calcio è pronta a ritornare sui campi di Eccellenza, e i tifosi? Pure. Si spera.

Have your say