Video

CALCIO A 5, SERIE D – ALTRA VITTORIA FONDAMENTALE PER LA VIRTUS: BATTUTA ANCHE LA FLEGREA

In cinque giorni la Virtus mette a segno due vittorie contro le dirette concorrenti per la corsa ai play off ,ma soprattutto mette in mostra un ottimo calcio a 5 e lo spirito di non mollare mai e di una squadra diventata gruppo. Sicuramente non manca molto per l’accesso matematico ai playoff e non bisogna abbassare la guardia in vista del doppio turno esterno, ma questa squadra se non si dimentica di giocare potrà raggiungere il suo obbiettivo stagionale. Poi nei playoff tutto può succedere…

Di scena quest’oggi al Taglialatela c’erano le due Virtus a contendersi i 3 punti per il terzo posto.
Parte meglio la Virtus Ischia con Testa, che su lancio di Manzi, controlla e tira, ma il portiere avversario manda in angolo. Due minuti più tardi la traversa dice di no a Fondicelli che da posizione decentrata scocca un forte tiro, su ripartenza susseguente dei flegrei Eroico sventa la pericolosa minaccia. Al 5′ ancora Manzi lancia Testa che si fa ipnotizzare dal portiere, su ribattuta Manzi prova a concludere in rete ma con molta probabilità un avversario in disperato tentativo di recupero si aiuta con un braccio per salvare la propria rete da un gol fatto. Ma l’arbitro giudica tutto regolare. Al minuto 7 ancora Testa protagonista di una conclusione verso la porta avversaria, ma il tiro viene deviato in angolo. Un minuto dopo primo squillo pericoloso dei flegrei con Sbriglia che trova però sulla sua strada un attento Tufano che para.
Al 10′ l’episodio che sblocca la gara, il solito Testa, con un guizzo passa tra due avversari e si presenta davanti al portiere che pare compiere fallo, il direttore di gara decreta rigore. Sul dischetto si presenta Manzi che la piazza nell’angolo alla destra di Di Falco. La Virtus è concentrata e compatta, Fondicelli al 12′ ci prova ma trova una buona opposizione di Di Falco. Tra il 13′ e il 14′ si rende pericoloso in due circostanze Dorio, un tiro è parato da Tufano e l’altra conclusione termina a lato. Minuto 19, Lubrano Lavadera servito sulla fascia sinistra sfugge al diretto avversario e serve al centro Vuoso che controlla e mette in fondo al sacco. 2-0. Pronta reazione ospite, che al 20′, con Dorio che poco fuori dall’area di rigore si gira e tira, Tufano è attento a deviare in angolo. Il finale di primo tempo è ancora di marca Virtus, negli ultimi 4 minuti prima Fondicelli e poi per due volte Testa mancano di precisione mancando il 3-0 gialloblè.

La seconda frazione si apre con Di Meglio che recupera palla e serve Fondicelli in zona decentrata, la conclusione è difficile e il tiro si spegne fuori. Al 4′ ci prova Troiano a far ritornare in gara i suoi , ma la sua “puntata” è alta. Al 6′ Di Meglio, imbeccato da Eorico non sfrutta una buona occasione per il 3-0 per gli isolani, sul fronte opposto il solito Dorio calcia a lato. Al minuto 9 Tufano lancia lungo con le mani per Manzi, che controlla e conclude, ma il tiro è deviato in angolo. Al 12′ ancora Dorio si rende pericoloso, ma la conclusione è ancora imprecisa. Un minuto dopo azione in ripartenza per gli isolani, cominciata da Manzi che serve eroico in profondità e che la mette in mezzo per l’accorrente Testa che però non è puntuale all’appuntamento con la sfera per un gol parso semplice da realizzare. La solita legge del calcio punisce gli isolani, dal possibile 3-0 si passa ad un rigore decretato per gli ospiti, che dopo un primo tentativo sbagliato da Dorio per l’uscita anticipata di Tufano , realizza al secondo tentativo spiazzando il portiere gialloblè. 2-1.
Al 16′ ancora Dorio dai 10 metri prova ad impattare il risultato, ma Tufano in tuffo sventa in angolo. Al 18′ il duello Dorio – Tufano prosegue, ma il numero uno isolano di piede mette in angolo. Pressione della Flegrea che ci crede e preme di più, al 22′ Giaccio ci prova di punta,ma il tiro è fuori di poco. Due minuti dopo Gregoroni mette alla prova Tufano che blocca senza problemi. Al 27′ la Virtus approfitta di una ripartenza per portarsi sul 3-1 , recupero del solito Eroico che brucia il diretto avversario che avnza e serve Fondicelli che a sua volta serve Manzi che infila Di Falco. Potrebbe essere il gol della sicurezza ma non è così.
La Flegrea non demorde e Sbriglia e Dorio ci riprovano ma senza impensierire troppo il numero 1 isolano.
Al 30′ la Virtus Ischia potrebbe mettere la parola fine al match ma Testa, dopo un pregevole recupero e ripartenza, non riesce a completare l’opera realizzando la rete del 4-1. Sul fronte opposto invece, gli ospiti sfruttano con Sbriglia un cross dal lato sul secondo palo e la mettono dentro (sembrerebbe con un decisivo tocco di mano). Il Direttore di gara , più di una volta confuso sui vari episodi su ambo i lati, sembra prima non convalidare la rete ma poi fa dietrofront e convalida il 3-2. Il finale di partita è come al solito da cardiopalma, il match si conclude con Fondicelli che centra un altro legno. La Virtus si aggiudica lo scontro diretto per il terzo posto scavalcando i flegrei di un punto La partita è stata bella e gli avversari molto corretti, una buona giornata di sport in una bella giornata di sole primaverile. Manzi nel giorno in cui è decisivo per la vittoria con la doppietta, dedica i suoi gol ai suoi cari genitori. Chapeau.

 

Virtus Ischia – Flegrea C5 3-2

Virtus Ischia: Tufano, Manzi, Lubrano Lavadera, Ferrante, Testa, De Siano, Fondicelli, Di MEglio, Eroico, Vuoso, Del Neso, Scoti.
All. Di Meglio

Flegrea C5: Di Falco, Gregoroni, Troiano, Puglia, Strangio, Di Domenico, Sbriglia, Dorio, Giaccio, Criscuoli, Orefice, Addeo
All. Pittiglio

 

Ufficio Stampa Virtus Ischia

Have your say