Sport

NUOVA ISCHIA CAMPIONE D’INVERNO! ECCO PERCHE’ I TIFOSI POSSONO TORNARE A SOGNARE

Sull’isola la chiamano “Nuova”, in terraferma e in parte anche sullo scoglio è già semplicemente l’Ischia. E’ festa grande  per gli amanti del calcio ischitano, tra i quali pian piano si sta riaccendendo la fiammella della passione nel cuore a tinte gialloblu. L’Ischia è campione d’inverno dopo un grande girone d’andata: unica squadra ancora imbattuta, miglior attacco e seconda miglior difesa del girone B e soprattutto un capocannoniere che veste la maglia gialloblu, Domenico Arcobelli (per lui 15 gol in campionato, la media di una rete a partita e ben cinque doppiette). E’ lui il simbolo dell’Ischia che riparte dalla Promozione con tanti ischitani e qualche giocatore di qualità della terraferma, tutti uniti verso un unico obiettivo: raggiungere al più presto il calcio che conta. VITTORIA FONDAMENTALE. La vittoria di ieri con il S.Maria La Carità segna una svolta nel calcio ischitano. Si è dovuto attendere più o meno una mezz’ora per assistere al primo gol di Arcobelli: i padroni di casa scappano in contropiede, Gianluca Saurino (all’esordio con la maglia gialloblu) si allarga sulla destra e serve un assist al bacio per Arcobelli appostato sul secondo palo. Due minuti più tardi potrebbe raddoppiare lo stesso Arcobelli, ma il portiere riesce miracolosamente a respingere e a mantenere aperta la partita. Nell’intervallo, Isidoro Di Meglio è costretto a sostituire Gianluca Saurino (dolorante alla caviglia) e arriva l’esordio anche per Faustino Oratore, che si aggiunge a quello di Domenico Stile, terzino sinistro  (classe ’98) proveniente dal Savoia schierato titolare. Nei primi 15′ del secondo tempo, Arcobelli ha ben tre occasioni da gol che spreca incredibilmente. Dopodiché è Marano a rendersi pericoloso in ben due azioni, nella seconda, a porta vuota, si fa sbilanciare dall’avversario. Il giovane S.Maria La Carità riesce ad impensierire la difesa ischitana solo con qualche tiro dalla distanza e al 23′ arriva il raddoppio dei gialloblu: sul cross dalla sinistra di Stlie, Arcobelli anticipa il portiere in uscita e sigla il 2-0. L’Ischia vince 2-0 e si laurea campione d’inverno con il Bacoli Sibilla che resta a -1 dopo aver battuto 2-1 il Rione Terra. Rione Terra che sarà il prossimo avversario della squadra di Isidoro Di Meglio nella prima del 2017 al “Mazzella” (l’8 gennaio) per poi affrontare la settimana successiva il Bacoli Sibilla nel big-match tanto atteso. A proposito, i tifosi sono pronti a sostenere la squadra anche lontano dall’isola e stanno organizzando la trasferta in quel di Bacoli. Un altro chiaro segnale di come pian piano il tifo ischitano si stia riavvicinando al calcio. Ritornando alla (Nuova) Ischia, è una squadra che gira e anche bene. I PROTAGONISTI. Dal punto di vista tattico, Isidoro Di Meglio, ieri, ha cambiato modulo per la prima volta in questa stagione. All’ormai classico 4-3-3 ha preferito il 4-3-1-2, con il duo Chieriello – Del Deo davanti a Mennella e con Calise e il nuovo arrivato Stile ad agire sugli esterni. Inutile dire che Chiariello, insieme a Mennella, lì dietro hanno garantito sicurezza e solidità in una squadra che ha subito appena nove reti in quindici partite. Doveroso, però, menzionare anche Di Costanzo, Silvitelli ed Errichiello che hanno fatto benissimo in questo inizio di campionato. A centrocampo, in occasione del match con il S.Maria La Carità, Isidoro Di Meglio sceglie il terzetto composto da Matarese, Ciro Saurino e Marano, con Cuomo ad agire dietro le due punte Arcobelli e Gianluca Saurino. I nomi parlano da sé. Guai, però, a dimenticare un certo Alfonso Camorani, metronomo e leader del centrocampo nella prima parte del campionato, un ruolo che ha cominciato a dividere con Ciro Saurino dal momento dell’arrivo dell’ex Real Forio alla corte di Isidoro Di Meglio. E infine, ma non per importanza, non si può non citare Raffaele Capuano. Il giovane centrocampista ischitano dovrà attendere l’anno nuovo per riscattarsi dalla solita sfortuna che lo perseguita. Giocatore dai piedi fatati, giovane e soprattutto ischitano DOC. Nella mente di tutti il gol decisivo con la Sangennarese che non può essere cancellato dall’ennesimo sfortunato infortunio. Ognuno comunque ha dato il suo contributo alla causa, compreso chi il campo lo ha visto poco ma continua ad essere legato ai compagni e alla maglia con l’Ischia.  UN BRINDISI A QUELLO CHE VERRA’. A conferma del successo di cui vi stiamo raccontando ci sono i numeri: sette vittorie consecutive nelle prime sette giornate, poi quattro pareggi contro Quartograd, Monte di Procida, Massa Lubrense e Virtus Ottaviano, nel mezzo l’importante vittoria casalinga con la Sangennarese. Poi il ritorno alla vittoria in due match fondamentali contro Stasia e Afro Napoli United, per poi concludere con i tre punti conquistati ieri al “Mazzella” contro il S.Maria La Carità. E’ la vittoria di un gruppo coeso dentro e fuori dal campo, composto da calciatori, staff tecnico e società che festeggiano in cantina un grandissimo girone d’andata; un brindisi per quanto fatto fino ad oggi, ma soprattutto per quello che, si spera, possa essere un girone di ritorno ricco di soddisfazioni.

 

IL TABELLINO DELLA GARA

Nuova Ischia                     2

Santa Maria La Carità     0

Nuova Ischia: Mennella, Calise, Stile, Marano (42’st Varchetta), Chiariello, Del Deo, Cuomo, Saurino C., Arcobelli (32’st Prestopino), Saurino G. (1’st Oratore), Matarese. In panchina Fiore, Silvitelli, Capuano, Aiello. All. Isidoro Di Meglio

S. Maria La Carità: De Gennaro, Di Vuolo, Inserra, Liguori, Mastellone, D’Auria (22’st Sorrentino) , Somma Val., Raffone (34’st Somma Vinc.), Varriale, Vitiello (45’st Vizzato), Santonicola. In panchina Formisano, Caso, Nastro. All. Raffaele De Risi

Arbitro: Armando D’Auria, di Frattamaggiore; assistenti Chimenti di Napoli e Iazzetta di Frattamaggiore.

Reti: 29’pt, 23’st Arcobelli (N)

Note: ammoniti Vitiello (SM), De Gennaro (SM), Marano (N), Di Vuolo (SM), Somma Vinc. (SM), Saurino C. (N). Recupero 2’ pt, 2’ st. Calci d’angolo 4-2. Spettatori 200 circa

 

PH DI NOTO MORGERA FRANCESCO, CAMPANIA FOOTBALL

 

Have your say