Attualità

COMINCIANO I LAVORI ALLA SCUOLA MEDIA IBSEN E SCOPPIA LA BAGARRE

Scoppia la polemica a Casamicciola . Ad agitare gli animi i lavori alla scuola media Ibsen che dovrebbero cominciare mercoledì 7 gennaio. Si tratta di lavori di riqualificazione finanziati con fondi strutturali europei e nazionali che interesseranno ambienti interni ed esterni dell’edificio scolastico e che dovrebbero essere completati in 75 giorni, e cioè, entro il mese di marzo. Il dirigente scolastico, la dott.ssa Lucia Mattera Frallicciardi ha comunicato ai genitori che a causa dei suddetti lavori le lezioni riprenderanno, per gli allievi delle medie, in orario pomeridiano, presso la scuola Primaria “Perrone”, dalle ore 14.00 alle ore 18,35. Questa soluzione piace poco ai genitori, per i disagi che sicuramente comporterà, al punto che mercoledì’ mattina, giorno di ritorno a scuola, molti di essi si sono dati appuntamento alla scuola media Ibsen per manifestare il proprio dissenso verso questo tipo di soluzione. Il sindaco Giovan Battista Castagna, dal canto suo una soluzione l’aveva trovata. Questa mattina, infatti è stata trasmessa , a mezzo fax, la nota protocollo n. 71 del 5 gennaio 2015 indirizzata al dirigente scolastico Mattera Frallicciardi, all’ing. Parascandolo, all’arch Verde, all’arch Trani e per conoscenza ai carabinieri della compagnia di Ischia, alla stazione dei carabinieri di Casamicciola, al presidente del consiglio di istituto Maria Grazia Arcamone e all’ufficio scolastico regionale per la Campania. La nota, a firma del responsabile dell’area tecnica del comune di Casamicciola ing. Gaetano Grasso, avente ad oggetto: lavori di manutenzione straordinaria, completamento opere e realizzazione di impianti istituto comprensivo Ibsen recita testualmente: “ facendo seguito al sopralluogo effettuato in data 3 gennaio 2015 con il coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione, architetto Simone Verde, con l’assistente al RUP architetto Giuseppe Trani e l’ing. Parascandolo RSPP dell’istituto comprensivo Ibsen si è individuata una soluzione per la compatibilità dell’esecuzione dei lavori in oggetto e dello svolgimento delle normali attività didattiche nel rispetto della normativa vigente in materia di sicurezza ( D.Lgs 81/2008 e ss.mm. ed ii). Con la presente si invita a revocare la delibera del consiglio di istituto che prevedeva i doppi turni”. Ma alla preside Mattera Frallicciardi questa soluzione non piace perché un’area di cantiere potrebbe generare comunque diverse fonti di rischio per i ragazzi derivanti da mezzi meccanici in movimento, polveri, rumori ed esalazioni per le vernici che non potranno essere eliminate. Sicuramente mercoledì mattina l’empasse generato da questa situazione dovrà risolversi in qualche modo.

Have your say