Politica

D.SAVIO: “FORIO MUORE VITTIMA DEL MALGOVERNO LOCALE”

Quello tenutosi dopo il vergognoso e deprecabile episodio che ha visto venire alle mani due amministratori comunali di Forio, è stato un Consiglio comunale a dir poco acceso dove durissimo è stato lo scontro dialettico tra i consiglieri che siedono tra i banchi dell’opposizione e i rappresentanti dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Francesco Del Deo, compagine amministrativa che in tre anni ha visto tra le proprie file le missioni di due consiglieri comunali, di due assessori e il passaggio all’opposizione di ben tre consiglieri di maggioranza evidentemente stufi di far parte di una squadra di governo che sta portando letteralmente alla morte sociale il nostro Paese. E le accuse di autoritarismo e malgoverno oltre che da Domenico Savio, sono venute anche dagli altri consiglieri che siedono all’opposizione. Dopo la surroga di Tina  Iacono e l’entrata in consiglio comunale di Giuseppe Di Maio, si è passati all’elezione del nuovo vice-presidente del consiglio comunale, carica sino ad oggi ricoperta dalla dimissionaria Iacono. Visto che in Italia in ogni assemblea elettiva che si rispetti, a cominciare da quelle di Camera e Senato, le vice presidenze per una questione di democrazia e di trasparenza spettano alle forze politiche di minoranza presenti in Parlamento, e considerato che a Forio, paese che langue tra autoritarismo e malgoverno, era anche doveroso da parte dell’Amministrazione Del Deo lanciare un messaggio di apertura democratica verso le forze dell’opposizione, l’Avvocato Nicola Nicolella ha proposto di votare vice presidente Domenico Savio. A questo punto la maggioranza, senza avere neppure il coraggio di annunciare il candidato prescelto, a parte Chiara Conti che ha votato per Savio dimostrando la sua autonomia politica rispetto a determinate scelte, hanno eletto vice presidente Davide Castagliulo scatenando le ire dell’opposizione. Nonostante si fosse tenuto il giorno dopo il vergognoso e deprecabile episodio che ha visto venire alle mani due amministratori, purtroppo anche questo Consiglio comunale si è caratterizzato per i sorrisi che di tanto in tanto apparivano sui volti del Sindaco Del Deo e del presidente Regine e per le battutine inopportune con cui si cerca sistematicamente di sminuire i contenuti degli interventi dei consiglieri dell’opposizione come quando Michele Regine rivolto a Domenico Savio ha detto: “Si alza la pressione, stia calmo”. Ma durante il Consiglio comunale i consiglieri di opposizione hanno sollevato un’altra anomalia. Infatti hanno denunciato per l’ennesima volta il fatto che il microfono dell’impianto di amplificazione che di volta in volta viene fatto montare all’interno dell’Aula consiliare può essere utilizzato solo dal Presidente del Consiglio e da coloro che siedono al tavolo della presidenza mentre tutti gli altri rappresentanti del popolo eletti in maggioranza o all’opposizione non viene concesso di utilizzarlo e dunque devono sgolarsi: assurdo! E per rimarcare questa assurdità il Consigliere Nicolella ha inserito in una cassa acustica un proprio microfono, da non credere! Sindaco Francesco Del Deo e Presidente del Consiglio Michele Regine, cosi come avviene in tutte le aule delle assemblee elettive dotate di impianto acustico, ritenete sia giunto finalmente il momento, dopo tre anni, di mettere il microfono a disposizione di tutti i Consiglieri o quello che dovrebbe essere un diritto di tutti continuerete a considerarlo un vostro esclusivo privilegio? Staremo a vedere dalla prossima seduta del Consiglio comunale.

gennaro savio

Have your say