Attualità

NOVITA’ IMPORTANTI NEL DISTRETTO SANITARIO DI PROCIDA

Novità importanti sono in arrivo al Distretto Sanitario 36 di Ischia-Procida, grazie all’impegno profuso  in questi ultimi mesi dalla nuova Dirigente Dr.ssa Lia Aiardi e alla ferma volontà dell’Assessore Carlo Massa di dare una svolta alla politica sanitaria nell’isola.

Da maggio 2016 sarà, infatti, operativo a Procida lo “Screening Ca Colon Retto” come azione preventiva, necessaria per i cittadini adulti, voluta dalle vigenti  normative sanitarie.

Sempre a maggio viene aperto l’ambulatorio di dermatologia per il quale c’erano state molte richieste da parte dei procidani.

E’ entrato, inoltre, in funzione dal 30 marzo 2016 il nuovo ambulatorio di endocrinologia e a breve avremo anche gli ambulatori di oculistica e di nefrologia.

Viene, inoltre, istituzionalizzata sul territorio la distribuzione dei medicinali relativa ai piani terapeutici, tutti i mercoledì dalle 12,30 alle 13,30.

Dal 30 marzo 2016 è attivato  il PUA (Punto unico di accesso), ossia uno sportello fisso al quale ogni cittadino si potrà rivolgere, personalmente o telefonicamente, per avere tutte le informazioni sulle procedure necessarie per accedere ai servizi in base ai relativi bisogni : come avviare la pratica di invalidità civile,  immettere un anziano parente nell’assistenza domiciliare, le modalità per la richiesta per i pannoloni, lettino antidecubito, sedia a rotelle ecc.

Si sta inoltre lavorando per avere a breve, sul nostro territorio anche la Commissione di Invalidità Civile che permetterà ai procidani di non recarsi più ad Ischia per istruire la pratica per tale invalidità.

Fatto ancor più rilevante, e di notevole importanza per l’isola,  è stata  l’attivazione  dell’Unità Complessa di Cure Primarie (UCCP) per le patologie croniche come il diabete, broncopmeumologia, cardiopatie ecc. Tale attivazione sarà a carico dei medici di base insieme ad una equipe di specialisti e segnerà una vera e propria svolta nelle prestazioni assistenziali primarie.   Il servizio verrà svolto 24 ore su 24.

Con l’entrata in vigore di tale Unità complessa, viene riconosciuto sul territorio isolano il ruolo fondamentale dei medici di base che diventano anello di congiungimento tra il paziente ed il sistema sanitario. Sarà infatti compito del medico di base anche l’ospedalizzazione di un paziente  in caso di necessità.

Logicamente si spera che a tale svolta positiva nel campo distrettuale si accompagni anche una messa a punto della sanità ospedaliera sul territorio isolano.

 

Have your say